Conferenza alla presentazione del libro “MASSONERIA DEL MARCHIO”

PUBBLICAZIONE SU HIRAM

 PRESENTAZIONE DEL LIBRO

Carissimi amici e Fratelli

La Massoneria del Marchio è un corpo rituale tra i più caratteristici della Massoneria inglese, la cui funzione è di rilasciare ai Maestri Massoni che ne fanno richiesta un Marchio personale.

La tradizione narra che tale usanza risalga alla fabbrica del Tempio di Salomone : tanto gli scalpellini che lavoravano nelle cave quanto i costruttori usavano apporre su ogni Pietra il proprio Marchio, uso che consentiva ai Sovraintendenti di conteggiare quante Pietre ogni Compagno aveva lavorato e determinare il suo salario.

Nell’ambito della Muratoria Operativa, il Marchio veniva considerato un rituale protettivo volto a tutelare dai pericoli dell’individuazione : ovvero in sostanza dall’orgoglio, che minacciava i Compagni per la loro abilità professionale e il Maestro della gilda per i suoi privilegi.

Mediante il rituale del Marchio, questo naturale sentimento veniva incanalato in modo tale che non fosse cagione di rivalità e contrasti, bensì uno stimolo a integrare fruttuosamente il proprio lavoro con quello degli altri.

In Inghilterra e Galles, il grado del Marchio può essere richiesto in qualunque momento un Maestro Massone lo desideri ; il Candidato deve far richiesta per l’avanzamento a una Loggia del Marchio, ovvero a una struttura indipendente dalla Loggia Azzurra che l’ha elevato Maestro.

In Irlanda, il Marchio viene concesso esclusivamente dai Capitoli dell’Arco Reale : dopo che il Candidato viene ammesso a far parte di un Capitolo, una Loggia del Marchio viene temporaneamente formata (e poi sciolta) espressamente per procedere alla sua elevazione.

La stessa procedura viene seguita anche in  Scozia, dove però – nel caso eccezionale di Candidati che desiderano ricevere soltanto il Marchio e non sono interessati all’Arco Reale – anche le Logge hanno il potere di conferirlo.

Per quanto le consuetudini siano diverse, la relazione del Marchio con gli altri gradi massonici è piuttosto chiara : possiamo collocarlo tra il Maestro e l’Arco Reale, in quanto – così come oggi è strutturato – svolge la duplice funzione di collegare tanto il grado di Compagno a quello di Maestro quanto quello di Maestro all’Arco Reale.

E’ sempre apparso strano che i Fratelli che vogliono accedere al grado di Maestro del Marchio siano trattati come Compagni, e accolti in una Loggia che pare lavorare in tale grado, benché non possano accedere al Marchio se non sono Maestri. Questo perché, nei due gradi del Marchio originali, essi venivano prima elevati Maestri secondo il Marchio (Mark Men in inglese, Operai del Marchio in italiano), e solo successivamente diventavano Maestri del Marchio ; l’usanza contemporanea di somministrare entrambi i gradi in una sola cerimonia rende in effetti questi due passaggi piuttosto incomprensibili, ma è di fatto una testimonianza della notevole antichità del grado, e di come i tratti del suo originale rito di trasmissione siano stati fedelmente preservati.

Il simbolismo del grado del Marchio cerca di incoraggiare la fiducia nel fatto che, se il nostro lavoro è veramente di qualità e originale, alla fine ne avremo il giusto riconoscimento ; a condizione però che la lotta in favore delle nostre idee sia portata avanti con pazienza, umiltà e temperanza. In questo senso, esso ha veramente “lasciato il suo Marchio” sull’intero edificio della Massoneria Azzurra, il cui costrutto etico – non soltanto nei Paesi anglosassoni, ma anche nei Paesi latini – in grandissima parte dagli insegnamenti del Marchio è ispirato.

Il corpo massonico che governa e somministra il grado del Marchio è la Grand Lodge of Master Mark Masons of England and Wales with its Districts and Lodges Overseas,(Gran Loggia dei Maestri Massoni del Marchio di Inghilterra e Galles, con i suoi Distretti e Logge d’Oltremare), che venne costituita negli anni cinquanta del diciannovesimo secolo. Da essa hanno avuto origine numerose Gran Logge del Marchio in vari Paesi del mondo ; in Italia, per il momento, non ne abbiamo ancora una, e i Massoni del Grande Oriente d’Italia che intendano lavorare il Marchio possono farlo all’obbedienza della Gran Loggia dei Maestri Massoni del Marchio di Francia.

Molto particolare, e difficile da comprendere per noi Italiani, è il rapporto che lega la Gran Loggia del Marchio inglese alla Gran Loggia Unita d’Inghilterra. Quest’ultima, infatti, pratica soltanto i tre gradi azzurri e l’Arco Reale, e considera corpi massonici regolari solo quelli che rispondono ai suoi stessi requisiti (diversamente dai principali Ordini latini, che stipulano anche forme di reciproco riconoscimento coi “Riti”), e soltanto a questi concede o ritira il proprio riconoscimento.

Potrebbero quindi essere oggetto di sanzioni disciplinari (in teoria) quei Fratelli inglesi che frequentassero Ordini cui il riconoscimento inglese è stato ritirato, come ad esempio il Grande Oriente d’Italia ; ma se invece frequentano la versione britannica del Rito Scozzese o il Marchio, non corrono il pericolo di incorrere in alcuna sanzione, perché per la Gran Loggia Unita d’Inghilterra è come se queste organizzazioni non esistessero.

Questo a livello ufficiale ; ma in pratica, oggi i rapporti tra la Gran Loggia Unita d’Inghilterra e la Gran Loggia del Marchio sono amichevoli, e la diffusione del Marchio viene considerata un ottimo veicolo per diffondere a livello internazionale la concezione britannica della Massoneria.

Un’altra importante caratteristica della Gran Loggia del Marchio è di costituire il punto di riferimento per tutti gli antient degrees, o antichi gradi, della Massoneria britannica.

Di cosa si tratta ? Dei numerosi “alti gradi” che ebbero origine in Scozia, fin dal quattordicesimo secolo, in conseguenza dell’incontro tra Muratoria Operativa e Templarismo. Fino al diciassettesimo secolo si diffusero lentamente verso Sud, e fu proprio la loro riscoperta da parte dell’ambiente intellettuale londinese a innescare il processo che avrebbe dato origine alla moderna Massoneria.

I fondatori dell’Ordine massonico, però, guardavano lontano, e non volevano che gli antichi gradi fossero praticati in Loggia, bensì in corpi massonici a parte, espressamente creati ; la loro intenzione era infatti di creare un’Istituzione massonica compatta, snella e con regole uniformi, il che avrebbe favorito la sua diffusione in tutto il mondo.

Sostituirono quindi alla molteplicità degli antichi gradi l’attuale grado di Maestro, e questo dette origine a gravi proteste che sfociarono nella secessione tra Antients – sostenitori della pratica degli antichi gradi in Loggia – e Moderns, sostenitori del grado di Maestro hiramita.

Dopo sessant’anni di lotte, nel 1813 si giunse al compromesso per cui la Gran Loggia Unita d’Inghilterra avrebbe praticato nell’Ordine i tre Gradi Azzurri più l’Arco Reale. La Gran Loggia di Scozia andò oltre, escludendo anche l’Arco Reale : nacque così la distinzione tra Massoneria di indirizzo britannico e di indirizzo scozzese, che esiste tuttora.

Nelle nazioni latine, per esempio Italia e Francia, la Massoneria scozzese è quella universalmente praticata ; solo a partire dall’ultimo dopoguerra, in un clima di risorta fratellanza, la ritualità britannica ha cominciato a diffondersi anche da noi, soprattutto per mezzo delle Logge che lavorano in Emulation.

Per molto tempo dopo il 1813, nella Massoneria inglese, gli antichi gradi esclusi dall’Ordine faticarono per sopravvivere ; ma quando videro che la Gran Loggia del Marchio si era saldamente costituita, uno alla volta stipularono protocolli di amicizia che consentivano loro di poter lavorare appoggiandosi alle sue strutture.

Uno di essi, l’Ark Mariner, lavora oggi all’obbedienza della Gran Loggia del Marchio ; agli altri si può accedere passando attraverso di essa, e si tratta di una vera… porta dimensionale, che si apre su un Universo di magnifici antichi gradi suggestivi e sconosciuti, ricchi di valenze iniziatiche che nella Massoneria di oggi sono passate in secondo piano o andate perdute.

Un rapido cenno ai più importanti :

Il Gran Consiglio dei Maestri Reali e Scelti, che conta quattro gradi.

L’Ordine del Testimone Segreto, il cui terzo grado – il Supreme Ruler – consiste di una millenaria forma di Installazione, da molti considerata il grado più ricco di insegnamenti dell’intera Massoneria.

L’Ordine della Croce Rossa di Costantino, che rivendica una filiazione diretta dall’omonimo Ordine fondato nel quarto secolo dal Vescovo Eusebio.

L’Ordine dei Gradi Alleati, il cui quinto grado – Grand High Priest – rievoca atmosfere teurgiche e martineziste.

L’Ordine dei Cavalieri Templari : sontuoso sistema in 36 gradi, ripreso dalla tradizione templare irlandese della Anahilt Union Band.

Tutti questi tesori, goduti dalla ristretta cerchia dei Maestri Massoni del Marchio, costituiscono veramente il più antico e prezioso tesoro della Massoneria. Cari amici e Fratelli, sta a noi la responsabilità di creare le condizioni perché possano essere goduti dai Massoni italiani del futuro.

Giovanni DOMMA

 

 

 

Auguri di Buona Pasqua

IO MONTECARLOImage (3)jóia diáconos

 

                                                                    PASQUA 2017
Che la luce del Risorto possa dare ai nostri cuori speranza, bellezza, forza , fratellanza , amicizia e tanta pace in tutto il mondo. Con questo Augurio, auguro a te e famiglia una serena e felice  e Buona Pasqua. 
Giovanni Domma
Que la lumière du Ressuscité puisse me rassurer à nos coeurs dans le monde entier. Avec ce Voeu, je souhaite à toi et famille un sereines et heureuses et Bonnes Pâques.  
Giovanni Domma
What the light of the Risen one can give all over the world hope, beauty, strength, brotherhood, friendship and so much peace to our hearts. With this Wish, I wish you and family a serene and happy and Good Easter.  
Giovanni Domma

 


 

L’ ORDINE REALE DEI CAVALIERI MASSONICI DELLA CORDA SCARLATTA

L’ ORDINE   REALE  DEI  CAVALIERI  MASSONICI 

              DELLA  CORDA  SCARLATTA

di Daniele Mansuino e Giovanni Domma                     

 

 Nell’articolo Il sistema massonico del Secret Monitor, abbiamo spiegato come esso rappresenti uno dei più importanti sistemi di side degrees (gradi laterali) della Massoneria del Marchio.

La Massoneria del Marchio e i suoi side degrees sono l’equivalente anglosassone dei nostri corpi rituali, ovvero dei perfezionamenti del grado di Maestro – quelli a cui i Fratelli possono accedere dopo aver completato il loro percorso nell’Ordine (per esempio il Rito Scozzese, il Rito Simbolico Italiano, il Rito Antico e Primitivo di Memphis e Misraim, eccetera).

La differenza dei corpi rituali inglesi rispetto ai nostri è che sono indipendenti dai gradi azzurri. Questi ultimi sono gestiti dalla Gran Loggia Unita d’Inghilterra (UGLE), che oltre a conferire i gradi di Apprendista, Compagno, Maestro e Maestro Installato governa un solo perfezionamento, l’Arco Reale.

Tutti gli altri perfezionamenti sono organizzati in strutture autonome, che con l’UGLE non hanno niente a che vedere (e che talvolta, come nel caso del Monitor, si danno il nome di Ordine, ma il senso di questa parola nella Massoneria anglosassone non equivale al nostro : anche se sono Ordini, possono accedervi soltanto i Maestri).

Alle origini di questa situazione c’è la controversia tra Antients e Moderns, che divise la Massoneria inglese dal 1751 al 1813. Gli Antients volevano che tutti i perfezionamenti fossero riconosciuti dall’Ordine ; i Moderns non ne volevano nessuno.

Finì che un solo perfezionamento, l’Arco Reale, venne accettato. Per molti anni gli altri sopravvissero nella clandestinità, finché negli anni cinquanta dell’Ottocento il Marchio (che era il più amato e diffuso tra i perfezionamenti esclusi) non seppe darsi una struttura autonoma, costituendosi in Gran Loggia.

Appena la Gran Loggia del Marchio si fu consolidata, cominciò a stipulare protocolli di amicizia con le piccole organizzazioni che garantivano gli altri perfezionamenti superstiti, e quasi sempre l’accordo prevedeva il grado di Maestro del Marchio quale condizione per accedervi ; per questo, i perfezionamenti sono detti anche side degrees (o gradi laterali) del Marchio.

Poiché sono numerosissimi i Fratelli che scelgono questo percorso, rispetto ai giorni delle battaglie tra Antients e Moderns l’atteggiamento dell’UGLE verso il Marchio e i suoi side degrees è molto cambiato. Oggi vengono considerati fondamentali arricchimenti del percorso massonico ; e per quanto tuttora tra UGLE e Marchio non esista nessun rapporto ufficiale, in pratica le due strutture si appoggiano e si sostengono a vicenda.

Così, quando in un Paese comincia a svilupparsi una Ordine riconosciuto dall’UGLE, è fatale che anche il Marchio e i side degrees arrivino in breve tempo.

In Italia questo fenomeno è stato più lento che altrove, perché l’UGLE riconobbe il Grande Oriente d’Italia (GOI) nel 1972 ma nel 1993 gli ritirò il riconoscimento, appoggiando la costituzione della Gran Loggia Regolare d’Italia (GLRI).

Così, negli anni duemila, i due Fratelli Massoni aderenti alla Gran Loggia del Marchio francese – Massimo Vettese e Giovanni Domma – consacrarono Logge del Marchio aperte ai Fratelli del GOI, come anche i fratelli della GLRI diedero vita a Logge del Marchio su patente inglese.  Poi, come è naturale, al Marchio seguirono i side degrees. Sul versante GLMMMF-GOI, i primi a comparire furono l’Ark Mariner (che, a livello amministrativo, è da considerarsi una parte della Massoneria del Marchio) e il Secret Monitor : in virtù del lavoro di Giovanni Domma, entrambi questi perfezionamenti sono oggi accessibili ai Fratelli italiani.

Tanto sull’Ark quanto sul Monitor abbiamo già scritto in precedenti articoli ; vogliamo ora prendere in considerazione l’Ordine Massonico della Corda Scarlatta – che può essere considerato un side degree del Monitor – perché la sua storia presenta caratteri di assoluta eccezionalità.  

  1. A. Philbrick (1835-1910) era uno dei più illustri studiosi dei perfezionamenti del grado di Compagno. Così venivano chiamati nell’Ottocento i perfezionamenti del grado di Maestro di origine britannica, perché erano antecedenti alla riforma hiramita del terzo grado, quindi in origine venivano rilasciati ai Compagni (e tanto nei rituali del Marchio quanto in quelli del Monitor, è possibile ancora oggi ritrovare vestigia di questa usanza).

Intorno al 1872, quando i primi side degrees cominciavano a federarsi col Marchio, Philbrick si fece carico di radunare e unificare i vari tipi di rituale che erano in uso in varie parti dell’Inghilterra. Ma quando infine l’accordo col Marchio fu compiuto, gli si pose il problema : come garantire al Monitor un solido e duraturo successo in una galassia di side degrees che andava facendosi sempre più folta ?

Non era un problema da poco, se pensiamo ad esempio che l’Ark Mariner – scettico sulla possibilità andare avanti con le proprie gambe – lo aveva risolto addirittura rinunciando alla possibilità di autogovernarsi e confluendo nel Marchio.

Eppure, Philbrick pensava che il suo Monitor avesse più carte da giocare : sistema in tre gradi, ricco di storia e di senso esoterico, era fondato su una mitologia kshatrya che lo rendeva attraente da parte dei Fratelli di origine socialmente elevata : un target che, verso la fine dell’Ottocento, nelle Massonerie latine era rappresentato dal Rito Scozzese, ma in quelle anglosassoni era ancora largamente scoperto.

Era quindi il caso di enfatizzarne e sottolinearne gli aspetti più… classisti, e il lampo di genio con cui Philbrick adempì a questo compito fu l’invenzione del Fondo di Benevolenza : una struttura paramassonica – aperta anche alle donne – destinata ad assistere i Fratelli in difficoltà.

Una caratteristica che ancora oggi salta agli occhi di questo Fondo è che… viveva la beneficienza come una forma di guerriglia. Come i nostri lettori già sanno, il secondo grado del Monitor (Principe) è ambientato nel campo dei partigiani di Davide; ora, i suoi tre capibanda si chiamavano Joab, Zadok e Banaiah, ed è a loro che il grosso dell’attività benefica era affidato.

1) -Joab era il Capo della Banda Centrale, e comandava il Dipartimento per la Terza Età, i cui incassi costituivano pensioni per gli anziani Fratelli in difficoltà e le loro vedove (i suoi membri si riconoscevano l’un l’altro per il (distintivo Blu).

2) -Zadok era il Capo dell’Ala Destra, e presiedeva il Dipartimento per le Cure Mediche (distintivo Rosso) ; i fondi erano devoluti all’assistenza dei Fratelli ricoverati in ospedale.

3) – Banaiah, Ala Sinistra, Dipartimento per l’Educazione (distintivo Bianco) – i fondi erano dedicati a istituire borse di studio per i figli dei Fratelli.

Ciascuna Ala era divisa in nove gradi, e i membri del Fondo potevano far carriera in base alla generosità delle donazioni. Altro lampo di genio di Philbrick : più il grado raggiunto era alto, più cresceva il numero di voti a disposizione del titolare nelle riunioni amministrative : accorgimento valido a scatenare… gare di generosità senza uguali, perché – come è ovvio – chi aveva più voti nel Fondo controllava anche il Monitor (ingressi, passaggi, ecc.).

Basti dire che nel 2010 – dopo settant’anni di assonnamento in cui nessuno aveva versato nulla, ma i prelievi in favore dei Fratelli del Monitor erano continuati – le risorse del Fondo ammontavano ancora a 300.000 sterline

Ma non è da credere che, con questo, Frederick Adolphus Philbrick avesse esaurito tutte le risorse. D’accordo, aveva creato una macchina per far soldi senza uguali, ma non gli sembrava eticamente giusto che un’organizzazione paramassonica esercitasse su un ramo dell’Istituzione un’influenza tanto grande.

Così, se il Fondo controllava il Monitor, decise che ci voleva qualcos’altro per controllare il Fondo ; e fu proprio a questo scopo che – dopo avere importato il Monitor dall’Olanda – andò a pescare nello stesso Paese anche il Royal Order of Knights of the Scarlet Cord : l’Ordine Reale dei Cavalieri della Corda Scarlatta.

Il simbolismo alla base dell’Ordine della Corda Scarlatta trae le sue origini dal secondo capitolo del Libro di Giosuè. Quando gli Israeliti stavano per entrare nella Terra Promessa, Giosuè mandò avanti due esploratori, che fecero base in casa di una prostituta di nome Rahab.

Il Re di Gerico, informato della loro presenza, mandò i soldati per arrestarli ; ma Rahab li nascose sul suo terrazzo, salvandoli.

Gli disse poi : Io so che il Signore ha dato in vostro potere questo Paese, poiché il terrore che voi incutete ha invaso a tal segno tutti i suoi abitanti che ne sono costernati (…). Sì, il Signore Dio vostro è veramente Dio su nel cielo e qui in terra. Giuratemi dunque, nel nome del Signore, che avendovi io usato questo favore anche voi l’userete verso la casa di mio padre ; giuratemi che (…) ci scamperete dalla morte. E quelli risposero : Ne andrà della nostra vita (…) : quando Dio darà a noi il Paese, ti tratteremo con umanità e riconoscenza.

Ella allora, con una fune, li calò dalle mura per una finestra (…). Essi soggiunsero (…) : Al nostro ingresso nel Paese, tu dovrai legare alla finestra quella Corda Scarlatta, e (…) tutta la tua parentela dovrà trovarsi in casa con te. Chiunque uscirà fuori dalle porte di casa tua, sarà responsabile della sua morte, e noi ne saremo innocenti. Per chiunque invece sarà in casa con te, saremo noi responsabili se qualcuno metterà loro le mani addosso.

Allora essa rispose : Sia come avete detto. E dopo averli congedati, legò la Corda Scarlatta alla finestra.

Fu per iniziativa di Philbrick che, nel 1889, fu costituito a Londra un Gran Conclave della Corda Scarlatta che brillava soprattutto per l’elevata condizione dei suoi membri : c’erano dentro Shadwell Clerke, Gran Segretario dell’UGLE, Charles Fitzgerald Matier, Gran Segretario del Marchio, e vari aristocratici che si erano distinti per la loro adesione al Marchio, come i Conti di Warwick, di Londesborough, di Halsbury e Lord Methuen (intimo amico di Lord Leigh, primo Gran Maestro e fondatore della Gran Loggia del Marchio).

Ne facevano parte inoltre : il Maharajah di Cooch Behar, che era considerato a quei tempi l’uomo più ricco del mondo ; J. W. Pearson, Cancelliere di Pretoria, e varie altre personalità indiane, sudafricane e birmane (nel breve arco della sua vita, il Royal Order denotò un gradimento molto elevato nei territori d’oltremare).

Dal nono grado del Fondo di Benevolenza, i membri che fossero anche Maestri Massoni e Principi del Monitor potevano ascendere al primo grado della Corda Scarlatta : Compagno Eletto (o Ostiarius, o Copritore), i cui membri non potevano essere più di quindici.

Sopra il grado di Compagno Eletto c’erano altri due gradi considerati di livello inferiore – Compagno Scelto (o Lector, o Lettore ; non più di undici) e Compagno Promosso (o Esorcista, o Guaritore – non più di nove).

I requisiti per accedere a entrambi erano severissimi : per dare un’idea, un Compagno Scelto doveva essere anche un Supreme Ruler Installato del Monitor, e per entrare nei Compagni Promossi bisognava essere stati nel Monitor Grandi Ufficiali.

Al quarto grado, Compagno Cortese, potevano essere ammessi solo sette Fratelli : bisognava avere nel Monitor il grado di Past Supreme Ruler, aver già celebrato l’Installazione di un Supreme Ruler e aver già presieduto a una qualsiasi Camera Inferiore della Corda Scarlatta. Era anche desiderabile essere il Principale in carica di un Concistoro, e (possibilmente) Grande Ufficiale in carica del Monitor.

Nel quinto grado (Compagno Dedicato, Reverendo o Sommo Sacerdote) erano in cinque. Per accedervi era necessario essere un Principale o un Principale Passato di un Concistoro, e aver collezionato tutte le onorificenze della Corte degli Assistenti, incluse la Giarrettiera, il Distintivo Blu, il Cappello con la Corda Scarlatta e la Giarrettiera con le Due Corde Scarlatte ; era anche desiderabile essere un Past President della Corte degli Assistenti.

Infine il sesto grado : Compagno Installato, o Compagno Cavalleresco, o Cavaliere (non più di tre). I Sommi Sacerdoti interessati a riceverlo dovevano essere Presidenti o Presidenti Passati della Corte degli Assistenti ; non solo, ma quest’ultima doveva certificare che avessero svolto impeccabilmente il loro compito rilasciando loro una Dispensa, sul cui valore economico si mormoravano cifre leggendarie.

I tre gradi inferiori della Corda Scarlatta si riunivano in Concistoro ; era consentito che ogni Concistoro emanasse uno o più Subconcistori, ma questi ultimi potevano lavorare solo nei primi due gradi. Nel breve arco di vita dell’Ordine ci fu un solo Concistoro nelle Isole Britanniche e cinque Subconcistori : uno nell’Inghilterra del Nord, uno in Sudafrica, uno nell’India Centrale, uno a Madras e uno in Birmania.

I Concistori erano soggetti alla signoria della Corte degli Assistenti, che era l’Assemblea dei membri della Corda Scarlatta di quinto grado (Sommi Sacerdoti). Tutti i suoi membri indossavano una Giarrettiera Nobiliare e un Gioiello, famoso per la sua bellezza, il cui Nastro era di colore diverso a seconda del rango ; gli Ufficiali indossavano Spalline Rosse, e il Presidente Spalline Dorate.

La Corte degli Assistenti si riuniva di norma due volte all’anno, più ogni quando fosse necessario organizzare un Sinedrio per la consacrazione di nuovi Sommi Sacerdoti ; inoltre ogni anno, a Novembre, organizzava il Festival del Fondo di Benevolenza, che era l’occasione in cui venivano votati gli ingressi e i passaggi.

A un livello nominalmente superiore c’era la Corte dei Confederati, che in caso di convocazione da parte del suo Presidente (Summus) prendeva il nome di Senato. Le sue decisioni erano vincolanti per i Principi del Monitor, inclusi quelli che della Corda Scarlatta non facevano parte.

Il Senato si riuniva una volta all’anno, il giorno prima del Gran Conclave, generalmente per la Consacrazione di nuovi Cavalieri. Data la forte presenza nelle sue file di diplomatici e membri delle Forze Armate, era consentito partecipare ai lavori in uniforme diplomatica o militare ; quanto ai Compagni venuti da lontano, era gradito che indossassero il costume tradizionale del loro Paese. 

Gli Alti Ufficiali del Senato duravano in carica un anno. Venivano scelti dalla Corte degli Assistenti (mentre alcuni Concistori godevano del privilegio di designare gli Ufficiali inferiori).

Il Summus aveva la facoltà di riconfermare un Ufficiale per l’anno successivo ; ma un Ufficiale che avesse collezionato anche solo due assenze, non poteva essere riconfermato.

In linea di massima, tutti gli incontri della Corte degli Assistenti, del Senato e dei Confederati erano celebrati nelle giornate precedenti al Gran Consiglio dell’Ordine o al Festival del Fondo.

Come abbiamo visto, il rapporto tra Monitor e Corda Scarlatta presenta il carattere – veramente insolito – di una forte interdipendenza gerarchica tra due corpi massonici nominalmente autonomi a livello amministrativo (in questo articolo ci è capitato di accennare soprattutto agli effetti esercitati dalla gerarchia del Monitor su quella della Corda Scarlatta, ma funzionava anche all’inverso : per esempio, erano di preferenza i Supreme Rulers insigniti anche del grado di Compagni Cortesi a presiedere – nel Monitor – alle Installazioni).

In Massoneria, è possibile e consentita l’elaborazione di un discorso teorico, per così dire, trasversale : ovvero,  che coinvolga e combini insieme (non vogliamo dire sincretizzi : è un brutto verbo) il codice simbolico di diversi ordini e riti. Naturalmente, la cosa riuscirà meglio quanto più chi vi si avventura sarà al corrente delle regole di base dell’Ermetismo, nonché delle modalità per cui storicamente il simbolismo ermetico venne trasposto nel linguaggio massonico – un tema al quale abbiamo accennato in parecchi articoli.

Fondamentale, per esempio, è l’interconnessione di senso esistente tra il Marchio e l’Arco Reale, laddove il Marchio rappresenta la Prima Edificazione del Tempio e l’Arco Reale la seconda : solo partendo da questa base è possibile comprendere il significato degli innumerevoli perfezionamenti del grado di Maestro che si rifanno all’una o all’altra vicenda.

Fondamentale è anche accostare tra loro i tre diversi tipi di maestranza presenti in Massoneria – hiramita, noachita e osiridea ; fondamentale la riflessione sull’esistenza di perfezionamenti formati da sistemi con decine di gradi e altri, con un grado unico, ugualmente validi ; e potremmo portare molti altri esempi di casi in cui il confronto tra i messaggi prodotti da corpi massonici diversi riveste, a livello didattico, un ruolo eccezionalmente valido.

Accade però molto di rado che l’interconnessione di senso tra due particolari corpi massonici venga riconosciuta fino al punto di conferirle una veste ufficiale ; ovvero, se ciò accade, la cosa è imputabile di solito ad accidenti storici, come nel caso dei riconoscimenti reciproci tra Ordini e Riti. E’ raro che sia invece la dichiarata comunanza di linguaggio simbolico a operare l’avvicinamento : in casi del genere, è più probabile che si sviluppi tra i due corpi massonici in questione una concorrenza feroce (ci asteniamo dagli esempi perché non vogliamo offendere nessuno !), ed è per questo che il legame intercorrente tra l’Ordine dei Secret Monitor e l’Ordine Massonico della Corda Scarlatta rappresenta un caso più unico che raro.

Potrebbe sembrare assurdo cercarne la ragione al di là dei rapporti economici che legavano i due corpi : come scrisse un Fratello cent’anni fa, per i membri della Corda Scarlatta il controllo del Monitor tramite il Fondo di Benevolenza è qualcosa di paragonabile a una colossale partita a Monopoli, da giocare con pedine in carne e ossa e denaro vero.

Questa tendenza si confermava anche in alcuni tratti della Corda Scarlatta davvero singolari : per esempio, un altro requisito richiesto per diventare Ufficiale era di… avere la residenza a Londra (anche se cinque posti di Ufficiale Aggiunto erano riservati per regolamento ai Fratelli d’oltremare) – non solo, ma per regolamento i tre gradi superiori non potevano essere lavorati fuori Londra, che assumeva quindi i connotati di una vera e propri  Città Santa dell’economia.

La Corda Scarlatta lavorò regolarmente fino al 1914 ; si assonnò lungo l’arco della Prima Guerra Mondiale, e lavorò poi ancora per un decennio, dal 1919 al 1929,  quando per unanime consenso dei suoi membri chiuse i battenti in modo definitivo.

Non venne lasciata alcuna motivazione scritta, il che può far supporre che la colossale potenza economica da esso raggiunta avesse fatto ombra a qualche altra autorità massonica ; ma forse, più semplicemente, è vera la spiegazione che se ne dette all’epoca, per cui – in un’epoca segnata da forti squilibri sociali – si pensò che l’esistenza di un corpo massonico tanto elitario avrebbe potuto causare equivoci e generare impopolarità. 

Il 21 Luglio 2010, alla Freemasons Hall di Great Queen Street a Londra, è stato risvegliato con il nome di Ancient and Masonic Order of the Scarlet Cord ; inutile dire che, teoricamente, è aperto anche ai Fratelli del Secret Monitor italiani.

CENNI STORICI SUL NOME “VITALIA”

CENNI STORICI SUL NOME DELLA PRIMA LOGGIA          ITALO-FRANCESE “VITALIA” N°50 DELL’ORDINE DEI MONITOR SECRETMS

Secondo alcuni storici, tra cui Apollodoro, il nome Italia deriva dal greco italos, che significa “toro” ; italos però è una forma contratta di parole anticamente usate nella nostra penisola, come l’umbro vitlu, l’osco viteliu e l’etrusco vitalu.

Da cui Vitulia, o Vitelia, o Vitalia : denominazioni talvolta utilizzate nel mondo classico per definire il nostro Paese.

Il nome Vitalia venne scelto dal nostro compianto R:.Fr:. Massimo Vettese, che lo considerava il più adatto per un’Officina destinata a rappresentare una ripartenza dalla origini : il risorgere della Massoneria Operativa in Italia, tramite l’introduzione di uno dei suoi Ordini più belli e importanti.

L’Ordine dei Monitor Segreti trae origine dalla leggenda biblica di Davide e Gionata.
Da essa riprende, con grande profondità, i valori legati al tema della Fratellanza e della Amicizia, che viene sviluppato in tutte le sue valenze fondamentali : l’amicizia, la lealtà, il senso di responsabilità, l’impegno personale, il senso del dovere, la concordia, il rispetto, l’umiltà e così via.

Potremmo quasi definirlo una full immersion di emozioni positive sapientemente amalgamate, che in ogni epoca non ha mai mancato di toccare il cuore dei Fratelli.

Se qualcuno di Voi gradisse documentarsi in proposito, giungerà a una conclusione : che per quanto non manchino di certo i rituali massonici ricchi di fascino, insegnamenti e bellezza, nessuno come il Secret Monitor può vantare un così gran numero di sostenitori entusiasti : Fratelli ai quali la sua pratica ha cambiato in meglio la vita.

E’ questa la vera operatività massonica, sono queste la nostra magia e la nostra alchimia : penetrare a fondo nell’anima delle persone bene intenzionate e cambiarle in meglio, facendone cittadini più maturi, più utili a sé stessi e agli altri, più fortunati e felici.

R:. F:. Giovanni DOMMA

1 Febbraio E.V. – 1 Febbraio 6014 di V.L.

LETTA ANCHE IN FRANCESE
Selon certains historiens , y compris Apollodore , le nom italien dérive du grec Italos , ce qui signifie «taureau» ; Italos mais c’est une forme contractée de mots utilisés dans les temps anciens dans notre pays , comme le vitlu ombrienne , étrusque et osque viteliu vitalu .

Ainsi Vitulia , ou Vitelia , ou Vitalia : noms parfois utilisés dans le monde classique de définir notre pays .

Le nom a été choisi par notre regretté Vitalia A: . Fr : . Vettese maximale , qui le considérait comme le plus approprié pour Ducati vise à représenter un nouveau départ de l’origine : la résurgence de la franc-maçonnerie des opérations en Italie , grâce à l’introduction de l’un de ses ordres les plus belles et importantes .

L’Ordre du moniteur secret provient de la légende biblique de David et Jonathan .
De il intègre , avec une grande profondeur , les valeurs liées au thème de la Fraternité e l’amitié, qui est développé dans toutes ses valeurs fondamentales : l’amitié , la loyauté , le sens des responsabilités , l’engagement personnel , le sens du devoir , l’harmonie , le respect , l’humilité et ainsi de suite .

On pourrait presque l’appeler une immersion totale d’émotions positives habilement mélangés , dans tous les temps n’a jamais réussi à toucher le cœur des frères .

Si l’un de vous aimerait lire sur le sujet que vous allez arriver à une conclusion : que, bien qu’il ne manque pas de certains rituels maçonniques plein de charme , la beauté et les enseignements , comme l’ aucun moniteur secret peut se vanter d’un grand nombre de partisans enthousiastes : Frères qui sa pratique a changé des vies pour le mieux.

Et «c’est les opérations réelles maçonniques , ce sont notre magie et notre alchimie pénètrent profondément dans l’âme des gens bien intentionnés et les changer pour le mieux , ce qui rend les gens plus mature, plus utile pour eux-mêmes et à d’autres , plus heureux et heureux.

R:.F : . Giovanni Domma

1 Février , e.V. – 1 Février , 6014 à V.L.

Il Sistema Massonico del Secret Monitor

SDC12892

Il sistema massonico del Secret Monitor

di Daniele Mansuino e Giovanni Domma

Dopo l’introduzione in Italia del Marchio e dell’Ark Mariner, il prossimo corpo rituale britannico destinato a fare ingresso nel nostro Paese sembra essere il Secret Monitor : un sistema in tre gradi di probabile origine franco-olandese, interamente fondato sull’esegesi massonica del racconto biblico di Davide e Gionata.

La prima traccia della sua esistenza in Francia è un libro citato nel catalogo della Biblioteca Nazionale di Parigi : Compendio delle Leggi e Costituzioni dell’Ordine di Gionata – 1762. Ma i primi documenti sicuri riguardano un sistema in sette gradi praticato in Olanda nel 1773, e ad Amsterdam i verbali della R:. L:. Concordia Vincit Animos registrano il conferimento del Secret Monitor al Fratello Hendrick Bolt nel 1788.

Fu certamente la forte emigrazione olandese nel Nuovo Mondo a fare del Monitor uno dei gradi più popolari della neonata Massoneria statunitense. Qui era destinato a diventare il più famoso e praticato dei side degrees old style, vecchia maniera, molto prima che (dopo gli anni settanta dell’Ottocento) l’espressione side degrees diventasse sinonimo di alti gradi collegati alla Massoneria del Marchio ; in origine, si trattava invece di alti gradi che potevano essere conferiti da un Fratello qualificato ad personam, ovvero anche al di fuori dei normali lavori di Loggia.

Divenne un side degree new style il 14 Gennaio 1892, con la fondazione in Virginia del Collegio Sovrano dei gradi massonici cristiani alleati. Indipendentemente da questo, il 16 Aprile 1932 ne venne fondato un altro che proclamò la sua sovranità sull’intero territorio degli Stati Uniti d’America ; dopo un breve periodo di contrasti, le due organizzazioni si riunirono, e rappresentano attualmente l’autorità riconosciuta da tutti i Secret Monitors del mondo.

Riguardo a quale fosse la giusta suddivisione in gradi, le opinioni furono divergenti praticamente fino a tutto il ventesimo secolo : questo perché, sebbene si tratti di un sistema abbastanza complesso, le antiche modalità di trasmissione dei side degrees old style rendevano praticamente necessaria la sua compressione in un grado solo, e i partigiani di questa soluzione avevano forti argomenti tradizionali ai quali appellarsi.

La formula definitiva si può dire si sia trovata soltanto nel 2000, quando venne definitivamente ufficializzata a livello mondiale la suddivisione in tre gradi in uso nel Monitor inglese dal 1887, con la specificazione che ogni singolo Consiglio dei Monitors può costituirsi in Conclave.

Dopo la… strage di antient degrees consumatasi nella Massoneria britannica dopo la Union del 1813, il Monitor era stato riportato in Inghilterra nel 1875 e si era costituito in qualità di side degree del Marchio nel 1882, grazie soprattutto all’opera della storica Loggia Bon Accord, times immemorial (vedi in proposito il nostro libro Massoneria del Marchio).

I tre gradi storicamente praticati dal Monitor britannico sono : 1 – Secret Monitor propriamente detto ; 2 – Principe ; 3 – Supremo Governatore (in questo articolo abbiamo preferito utilizzare la forma inglese Supreme Ruler, che ha una sfumatura di significato diversa), una antica forma di Installazione che è stata definita il più bel grado dell’intera Massoneria.

In Francia il Monitor è stato ricostituito nel 1993 su patente inglese, ed è questa la linea di successione che Giovanni Domma e i suoi collaboratori stanno importando in Italia. Il Monitor francese conta ad oggi 22 Conclavi, aperti ai Maestri del Marchio con almeno un anno di anzianità.

Come è noto, l’amicizia tra Davide e Gionata, figlio di Saul, fiorì nel periodo in cui Saul era Re di Israele. Dapprima Saul accolse Davide, che si era distinto per il suo valore in guerra, tra i più intimi collaboratori ; poi si ingelosì perché era diventato più popolare di lui, provò ad ucciderlo e Davide fu costretto a fuggire. Ma riuscì ancora a umiliare Saul una volta, ottenendo da lui la mano di sua figlia Micol : Saul aveva imposto come prova che Davide uccidesse cento nemici, nella speranza che cadesse in battaglia, eppure lui ci riuscì.

Ancora Saul provò ripetutamente a ucciderlo, ma tutti amavano Davide e lo aiutavano, compreso il Signore e i suoi sacerdoti. Al quinto tentativo di assassinio, lo stesso Gionata prese apertamente posizione in suo favore :

Davide (…) si recò da Gionata e gli disse: “Che ho fatto, che delitto ho commesso, che colpa ho avuto nei riguardi di tuo padre, perché attenti così alla mia vita ?” (…)   

Gionata disse : “Che cosa desideri che io faccia per te ?” Rispose Davide: “Domani è la luna nuova e io dovrei sedere a tavola con il Re. Ma tu mi lascerai partire e io resterò nascosto nella campagna fino alla terza sera. Se tuo padre mi cercherà, dirai: Davide mi ha chiesto di lasciarlo andare in fretta a Betlemme sua città perché vi si celebra il sacrificio annuale per tutta la famiglia. Se dirà: Va bene, allora il tuo servo può stare in pace. Se invece andrà in collera, sii certo che è stato deciso il peggio da parte sua” (…)

Uscirono tutti e due nei campi. Allora Gionata disse a Davide (…) “Aspetterai il terzo giorno, poi scenderai in fretta e ti recherai al luogo dove ti sei nascosto il giorno di quel fatto, e resterai presso quella collinetta. Io tirerò tre frecce da quella parte, come se tirassi al bersaglio per mio conto. Poi manderò il ragazzo gridando : Và a cercare le frecce ! Se dirò al ragazzo : Guarda, le frecce sono più in qua da dove ti trovi, prendile ! Allora vieni, perché tutto va bene per te ; per la vita del Signore, non ci sarà niente di grave. Se invece dirò al giovane : Guarda, le frecce sono più avanti di dove ti trovi ! Allora và,’ perché il Signore ti fa partire. Riguardo alle parole che abbiamo detto io e tu, ecco è testimonio il Signore tra me e te per sempre”.

Davide dunque si nascose nel campo. Arrivò la luna nuova e il Re sedette a tavola per mangiare (…). Disse a Gionata suo figlio: “Perché Davide non è venuto a tavola, né ieri né oggi ?”. Gionata rispose a Saul : “Mi ha chiesto con insistenza di lasciarlo andare a Betlemme”. (…) Saul si adirò molto con Gionata e gli gridò : “Figlio d’una donna perduta, non so io forse che tu prendi le parti di Davide, a tua vergogna e a vergogna della nudità di tua madre ? Perché fino a quando vivrà Davide sulla Terra, non avrai sicurezza né tu né il tuo regno. Manda dunque a prenderlo e conducilo qui da me, perché deve morire” (…).

Il mattino dopo Gionata uscì in campagna, per dare le indicazioni a Davide. Era con lui un ragazzo ancora piccolo. Egli disse al ragazzo : “Corri a cercare le frecce che io tirerò”. Il ragazzo corse ed egli tirò la freccia più avanti di lui. Il ragazzo corse fino al luogo dov’era la freccia che Gionata aveva tirata e Gionata gridò al ragazzo : “La freccia non è forse più avanti di te ?” (…) Partito il ragazzo, Davide si mosse da dietro la collinetta, cadde con la faccia a terra e si prostrò tre volte, poi si baciarono l’un l’altro e piansero l’uno insieme all’altro, finché per Davide si fece tardi. Allora Gionata disse a Davide : “Và in pace, ora che noi due abbiamo giurato nel nome del Signore : il Signore sia con me e con te, con la mia discendenza e con la tua discendenza per sempre”.

Fu in seguito a questo episodio (I Samuele, 20) che Davide si diede definitivamente alla macchia, e su di esso è fondato il rituale del primo grado ; il Secret Monitor (Spettatore Segreto) è dunque Davide stesso, che osservò di nascosto la scena del lancio delle frecce.

L’ambiente in cui si svolgono i lavori del secondo grado (Prince) è l’accampamento dei suoi partigiani, sorvegliato con la massima attenzione perché si teme che le truppe di Saul possano trovarlo. Se qualche sconosciuto riesce a spingersi lassù, la loro reazione è duplice : da un lato la speranza che un nuovo amico sia venuto a unirsi a loro, dall’altro la massima diffidenza, nel caso si tratti di una spia.

All’Apertura, i Secret Monitors presenti nel Tempio non vengono fatti uscire subito ; prima prendono posto gli Ufficiali del secondo grado. E’ Davide in persona a reggere il maglietto.

Gli viene comunicato che Gionata sta venendo a trovarlo. Davide e gli Ufficiali lasciano l’Oriente e si recano ad accoglierlo, supremo onore, addirittura fuori dal Tempio/accampamento. Lo accompagnano all’Oriente in corteo ; qui Davide cede a Gionata il suo posto.

Poi Gionata manifesta l’intenzione di voler parlare con Davide in segreto, ma per intercessione di quest’ultimo acconsente che i Principi possano rimanere. Soltanto allora i Monitors vengono fatti uscire, e i Principi si fanno riconoscere sfilando dinnanzi a Davide, che riprende poi il maglietto.

Segue un allarme : un intruso si sta avvicinando al campo. Lo si identifica in Abiathar, figlio di Ahimelec, la cui vicenda è narrata in I Samuele, 22: 11-23 :

Il Re (Saul) subito convocò il sacerdote Ahimelec figlio di Ahitub e tutti i sacerdoti della casa di suo padre che erano in Nob, ed essi vennero tutti dal Re. 

Disse Saul : “Ascolta, figlio di Ahitub”. Rispose : “Eccomi, signor mio”. Saul gli disse : “Perché vi siete accordati contro di me, tu e Davide, dal momento che gli hai fornito pane e spada e hai consultato l’oracolo di Dio per lui, allo scopo di sollevarmi oggi un nemico ?”. Ahimelec rispose al Re : “E chi è come Davide tra tutti i ministri del Re ? È fedele, è genero del Re, capo della tua guardia e onorato in casa tua. È forse oggi la prima volta che consulto Dio per lui ? Lungi da me! Non getti il Re questa colpa sul suo servo né su tutta la casa di mio padre, poiché il tuo servo non sapeva di questa faccenda cosa alcuna, né piccola né grande”.  

Ma il Re disse: “Devi morire, Ahimelec, tu e tutta la casa di tuo padre”. Il Re disse ai corrieri che stavano attorno a lui: “Accostatevi e mettete a morte i sacerdoti del Signore, perché hanno prestato mano a Davide e non mi hanno avvertito pur sapendo che egli fuggiva”. Ma i ministri del Re non vollero stendere le mani per colpire i sacerdoti del Signore. Allora il re disse a Doeg : “Accostati tu e colpisci i sacerdoti”. Doeg l’Edomita si fece avanti, colpì di sua mano i sacerdoti e uccise in quel giorno ottantacinque uomini che portavano l’efod di lino.  

Saul passò a fil di spada Nob, la città dei sacerdoti : uomini e donne, fanciulli e lattanti ; anche buoi, asini e pecore passò a fil di spada. Scampò un figlio di Ahimelec, figlio di Ahitub, che si chiamava Abiathar, il quale fuggì presso Davide. 

Abiathar narrò a Davide che Saul aveva trucidato i sacerdoti del Signore. Davide rispose ad Abiathar (…) : “Rimani con me e non temere : chiunque vorrà la tua vita, vorrà la mia, con me sarai al sicuro”.

Qui i Principi, a nome di Abiathar, rispondono a Davide sulle note del Salmo 11 : 1-2, 4-7 :

Nel Signore mi sono rifugiato.

Come potete dirmi “Fuggi come un passero verso il monte ?”

Ecco, i malvagi tendono l’arco,

Aggiustano la freccia sulla corda

Per colpire nell’ombra i retti di cuore.

Ma il Signore sta nel Suo Tempio santo,

Il Signore ha il trono nei cieli.

I Suoi occhi osservano attenti,

Le Sue pupille scrutano l’uomo.

Il Signore scruta giusti e malvagi,

Egli odia chi ama la violenza.

Brace, fuoco e zolfo farà piovere sui malvagi ;

Vento bruciante toccherà loro in sorte.

Giusto è il Signore, ama le cose giuste ;

Gli uomini retti contempleranno il Suo volto.

Abiathar presta poi la sua Promessa Solenne, sotto la pena di essere tagliato a pezzi come lo furono oggi i miei fratelli e mio padre davanti ai miei occhi.

Davide gli insegna poi i Segni di Riconoscimento, spiegandogli che vennero a suo tempo istituiti da Mosè e tramandati segretamente in seno alle nobili famiglie ebraiche, finché egli decise di ristabilirli per preservare la sicurezza del suo accampamento ; nel corso di questa allocuzione, viene illustrato il significato massonico di alcuni episodi biblici.

Il nuovo Principe viene insignito del suo Gioiello, e condivide con tutti i presenti la Coppa della Buona Volontà nell’ambito di un complesso brindisi rituale.

Durante la circolazione della Coppa, un Principe recita (o tutti i Principi cantano) il Salmo 133 :

Ecco, come è bello e come è dolce

Che Fratelli dimorino insieme !

E’ come olio prezioso versato sul capo

Che scende sulla barba, la barba di Aronne,

Che scende sull’orlo della sua veste.

E’ come la rugiada dell’Ermon

Che scende sui monti di Sion.

Perché là il Signore manda la benedizione,

La vita per sempre.

Segue la Chiusura.

Accenniamo ora al terzo grado, il Supreme Ruler, quello che è stato definito il più bel grado dell’intera Massoneria. In giudizi di questo genere, ovviamente, hanno un peso anche i gusti personali – sia pure nel senso più elevato che questa espressione può assumere in ambito iniziatico ; è un fatto però che il senso dell’idea di installazione è in questo grado trasmesso con profondità e precisione fuori dal comune, risvegliando nell’aspirante gli strati più elevati del suo io emozionale.

Il rituale si apre con una suggestiva serie di perambulazioni che potremmo definire geometriche, in quanto legate al simbolismo dei punti cardinali. Il Fratello destinato al governo dell’Ordine viene poi presentato all’Ufficiale Installatore e tegolato, assicurandosi che risponda ai requisiti richiesti.

Gli vengono enumerati gli impegni relativi, viene fatto inginocchiare e due Supreme Rulers Passati incrociano le Spade sulla sua testa. Gli viene esposta la Promessa Solenne, comprendente tra l’altro l’impegno a non alterare in alcun modo i Rituali dell’Ordine ; anche la lettura della Promessa è scandita da attenti movimenti dei Principi e degli Ufficiali presenti, che ricordano una danza sacra.

Il Cappellano legge poi Cronache, 11: 1-3 :

Allora tutto Israele si radunò presso Davide a Ebron, e gli disse: “Ecco, noi siamo tue ossa e tua carne.” Anche in passato, quando era re Saul, eri tu quel che guidavi e riconducevi Israele, e l’Eterno tuo Dio ti ha detto: “Tu pascerai il mio popolo d’Israele, tu sarai il principe del mio popolo d’Israele”. 

Tutti gli anziani d’Israele vennero dunque dal re a Ebron, e Davide fece alleanza con loro a Ebron in presenza dell’Eterno; ed essi unsero Davide come re d’Israele, secondo la parola che l’Eterno aveva pronunziata per mezzo di Samuele. 

A questo punto, tutti i Fratelli si rivolgono all’Oriente prestando il Segno di Preghiera, e l’Ufficiale Installatore invoca sul candidato le virtù che sono necessarie per l’adempimento della sua funzione. Gli chiede poi se, in coscienza, egli si senta all’altezza di assumere un tale impegno, la violazione del quale comporterebbe la perdita di uno dei vostri sensi ; nel caso di risposta affermativa è per lui il momento di prestare la Promessa, sotto la pena di una cecità che non mi consentirebbe mai più di vedere la luce del Sole, né contemplare il volto di un Fratello, né percepire un segnale di allarme.

Baciato per quattro volte il Libro della Legge Sacra, gli vengono trasmessi il Segno e la Parola. Riguardo al Segno, gli viene detto : Fu in questa posizione che Aronne dispose le mani quando benedisse i Figli di Israele, come ora io vi benedico.  

Possa l’Altissimo concedervi salute per molti anni a venire, e di condividere con noi le benedizioni della pura e disinteressata amicizia e della comunione fraterna ; e quando, nella pienezza dei tempi, egli nella sua misericordia vi chiamerà a quella terra da cui nessun viaggiatore ritorna, che possiate lasciarvi alle spalle l’eredità imperitura di un buon nome, come ha fatto il nostro Supremo sovrano… (Parola del grado, che è anche il nome del Fondatore dell’Ordine).

Dopo un altro breve discorso, l’Ufficiale Installatore provvede ora alla consacrazione : unge intorno al capo il nuovo Supreme Ruler (inginocchiato e rivolto all’Oriente), dicendo : Allora Samuele prese l’ampolla dell’olio, e unse Davide in mezzo ai suoi Fratelli ; nel nome di Davide e Gionata, ti consacro Supreme Ruler del nostro Ordine.

Lo percuote con la Spada sulla spalla sinistra : Vi trasmetto l’autorità di eseguire la carica di Supreme Ruler del nostro Ordine (…), di governare i Conclavi, di introdurre candidati, di ammettere Principi (…).

Avvolge poi le sue spalle con un Mantello Viola bordato d’Oro, dicendo : Io ora vi ho ammantato con la veste di un Supremo Sovrano nel nostro Ordine ; il colore è viola, un emblema della dignità imperiale, e vi esorto a portarlo degnamente. Gli porge una Spada, dicendo : Vi presento questa Spada come emblema di potere ; impugnatela con coraggio, ma con discernimento (…).

Poi lo fa alzare prendendolo per entrambe le mani ; i Principi presenti formano un Cerchio (intorno al corrispettivo, per questo grado, del Quadro di Loggia), e il Cappellano legge I Cronache, 16: 2-3 : Terminati gli olocausti e i sacrifici di comunione, Davide benedisse il popolo in nome del Signore. Distribuì a tutti gli Israeliti, uomini e donne, una pagnotta, una buona porzione di carne e un fiasco di vino.

Questi semplici alimenti vengono ora consumati convivialmente dai Fratelli, secondo un attento cerimoniale. Segue un Inno ispirato al già citato Salmo 133, ma adattato al caso.

E’ ora il momento di nuove ed attente perambulazioni ; poi l’Ufficiale Installatore proclama il nuovo Supreme Ruler e gli consegna solennemente la Patente del Conclave, che illustri Fratelli hanno apprezzato come sacra ; e come voi la ricevete ora pura e immacolata, così – sono sicuro – la trasmetterete al vostro successore. Gli consegna anche una copia del rituale, le Costituzioni e i Regolamenti dell’Ordine e lo Statuto del Conclave.

L’Ufficiale Installatore gli dice ancora : Mi preme segnalarvi che, come in altri gradi della Massoneria così in questa nostra fratellanza di Davide e Gionata il Libro della Legge Sacra, la Squadra e il Compasso rappresentano le tre Grandi Luci il cui uso è stato insegnato in quei gradi, e i cui insegnamenti questo grado continuerà e svilupperà. 

Lasciate che il suggestivo episodio sul quale il nostro Ordine si fonda vi rammenti sempre che i suoi principi sono quelli impartiti nel Libro della Legge, e lasciate che la condotta esemplare di Davide e Gionata, suo Fratello, vi insegni a regolare la vostra vita in base a principi di giustizia, e guidi le vostre azioni all’insegna della generosità disinteressata e amichevole verso tutti…

Si passa poi alla laboriosa nomina dei nuovi Ufficiali, ai quali l’Ufficiale Installatore si rivolge dicendo, tra l’altro, così :

Fratelli, le armi di un Monitor Segreto sono l’Arco e la Freccia. L’Arco, (…) che dopo l’uso ritorna alla sua forma originale, è un emblema della nostra vita mortale. Esso simboleggia che le prove inviateci dalla mano dell’Onnipotente non devono rattristarci (…), e ci insegna a renderci superiori ai nostri dolori, intenti soltanto a compiere il nostro dovere, nel nostro tempo e per la nostra generazione, con gioia e cordialità.

E come la Freccia, scagliata dalla mano infallibile di un abile arciere, punta dritta al bersaglio, così i Fratelli e gli Ufficiali di questo Conclave – ciascuno nella sua sfera particolare – si sforzeranno, confidiamo (…) di scambiarsi tra loro conforto e aiuto, e di adempiere al grande compito per cui Dio ci ha posto qui sulla Terra (…).

Essi parteciperanno alle gioie della mutua concordia e dell’amicizia armoniosa (…), preludio dell’unione eterna degli spiriti nel Gran Conclave Superiore, dove dolore, angoscia e dolore non penetrano, dove gli empi più non tormentano, dove chi è affaticato trova per sempre riposo ; dove l’armonia è ininterrotta, e la Pace, la Pace perfetta, regna eterna e suprema.

Si procede infine alla Chiusura, cui è collegata la seguente citazione di I Cronache 11: 1-3 :

Tutti gli Israeliti si raccolsero intorno a Davide in Ebron e gli dissero “Ecco, noi siamo tue ossa e tua carne. Anche prima, quando regnava Saul, tu guidavi nei movimenti le truppe di Israele. Inoltre il Signore tuo Dio ti ha detto : Tu pascerai il mio popolo, Israele ; tu sarai capo del mio popolo Israele”. 

Tutti gli anziani di Israele si presentarono al re in Ebron, e Davide concluse con loro un’alleanza in Ebron davanti al Signore. Mediante l’unzione consacrarono Davide Re su Israele, secondo la parola pronunziata, per mezzo di Samuele, dal Signore.

Abbiamo in questo articolo solo accennato ai tre gradi del Monitor, con particolare riguardo alle citazioni bibliche in essi contenute : ci è parso il modo migliore per fornire un’idea dei tesori che esso contiene senza incorrere nella violazione della segretezza dei suoi rituali.

Forte, però, sarebbe stata la tentazione di inserire anche parte dei dialoghi, per rendere ancora meglio l’idea della sua straordinaria bellezza. Non crediamo, in verità, che esistano altri sistemi massonici altrettanto espliciti nell’additare ai Fratelli i veri e più profondi valori della vita, e i doveri che ogni essere umano dovrebbe osservare verso il suo simile – mettendo in pratica l’amicizia, la fratellanza, la solidarietà, l’umiltà, la filantropia, e conformandosi in questo modo alla legge divina.

Per questo, forse, in tutte le contrade in cui il Monitor è praticato, i suoi Conclavi godono fama di essere immuni da ogni forma di rivalità ; essi davvero rappresentano il Terreno Sacro dove i Massoni possono corroborarsi dell’Amore fraterno, prendendo coscienza della Forza racchiusa nella loro unione e traendone sollievo.

Verrà senz’altro il giorno che anche da noi, come già in Inghilterra, Fratelli competenti di psicologia scriveranno sui benefici terapeutici che il Monitor arreca, pur consapevoli che la scienza non può spingersi oltre un certo punto nello svelarne il mistero.

Davvero fortunati, dunque, i Massoni che il Supremo Governatore dell’Universo ha chiamato a far parte di questo Santo Ordine… e legittimo il loro orgoglio : un’altra caratteristica per cui vanno famosi.

Forse quest’ultima non è una qualità ; ma si tratta di un difetto giustificabile, perché un altro sentimento importante che la storia di Davide e Gionata trasmette è la fierezza di essere Massoni – un nostro antico tesoro che altrove, in questi tempi difficili e… minimalisti, rischia forse di andar perduto.

E ricordiamoci, infine, di quando Davide – sebbene Re Saul lo volesse morto e lo avesse costretto alla fuga lontano dai suoi cari e dai suoi amici, quando ebbe la possibilità di vendicarsi… tagliò soltanto un piccolo pezzo del suo mantello ; e anche per questo piccolo gesto, la storia ci dice, provò rimorso.

BREVE STORIA DELL’ORDINE DEI MONITOR SECRET

Il R. & D.F. Giovanni Domma abbigliato

da Grande Ufficiale Nazionale del

Grande Conclave dell’Ordine dei Monitori Segreti

della Fratellanza di Davide e Jonata  di Francia

       BREVE STORIA DELL’ORDINE DEI MONITOR SECRET

 

La Massoneria non ammetterà mai dei stupidi atei, ma solo coloro che  esprimono una credenza nel suo Dio, in tutti gli Ordini della Massoneria questo Dio ha un nome speciale che è chiamato l’Essere Supremo.

Nell’Arte dell’Ordine Azzurro è “Il Grande Architetto dell’Universo”.

 Nei Cavalieri Templari è “il Nostro Capitano Paradisiaco”.

Nel Marchio è” il Supremo Sovraintendente dell’Universo”.

Nell’ Arca Marinai Reali è “il Comandante Supremo dell’Universo”.

nell’Ordine del Monitor Secret è “L’Eccelso Amico di tutti gli amici”.

il significato può essere apprezzato solamente e pienamente dai membri dell’Ordine.

Dovete sapere che  Le origini di molti Ordini Massonici sono stati con il tempo cancellati o dimenticati , i Monitor Secret fa parte di questi.

Sembrerebbe che le sue radici abbiano origine olandese. Effettivamente,  si hanno prove  documentaria che un Ordine di Jonathan e David è esistito nel 18 secolo. Indico questa data per dare un inizio alla ripresa OMS, ma la nascite dell’OMS si può parlare tranquillamente del     1400 / 1500, quando il Monaco tedesco, Martin Luthero il 31 ottobre 1517,  decise di fare pubblicamente molte critiche alla Chiesa ed al Papa, anche se scrittori primi di lui avevano già criticato la Chiesa per  numerosi atti che mettevano in dubbio l’autorità del Papa.

Il dissenso di Luthero ha provocato un’espansione notevole ed inarrestabile protesta. Molti protestanti che si erano dichiarati contrario alla chiesa cattolica Romana per sfuggire alla repressione si recavano in tanti paesi dell’Europa specialmente nei Paesi Bassi Settentrionali dove erano più tolleranti verso colori che avevano religione diverse.

L’altro gruppo che per sfuggire alla persecuzione andarono in molte parti dell’Europa in particolar modo gli ebrei, ” i cryptici-ebrei” , così vennero chiamati  perché praticavano segretamente il Giudaismo mentre professavano pubblicamente il Cristianesimo.

Un vecchio documento del 19 secolo è nell’archivio del Grande Est degli stati dei Paesi Bassi, che una prima società della fratellanza di Jonathan e David era stata fondata nei Paesi Bassi, ma sembrerebbe che nel 16 secolo esisteva già una società di fratellanza creata nel  1658 da coloni olandesi di origine ebrea.  

Si sa con certezza che un documento intitolato “Statuti Generali e Forme dell’Ordine di Jonathan e David” fu pubblicato ad Amsterdam nel 1773 e si trova ancora oggi nella biblioteca del Grande Est.

L’OMS inizialmente era formato da un solo “ grado” questo  poteva essere conferito da un fratello che teneva questo grado ad  un altro fratello, l’unica qualifica che era richiesta  che il fratello doveva essere un “Maestro Massone e degno.” Fu ritrovato un rituale Massonico pubblicato da Avery Allyn in 1831 dove la cerimonia era simile come contenuto al rituale di primo grado dell’Ordine .   Una sola differenza significativa che raccomandavano al fratello   di fare attenzione negli affari per non andare contro i  propri interessa in un senso commerciale. Per questa ragione qualche volta fu assegnato il grado di “ Grado Negoziando” ma in seguito fu cancellato

Nel 1892  Richmond formò l’Università Suprema dei Gradi Massonici e cristiani Alleati, e prese la sua giurisdizione e si staccarono,  così divennero Ordini indipendenti, incluso il Monitor Segreto. Fecero una fusione nel 1933, così divenne il Grande Consiglio dell’AMD degli Stati Uniti.

 Il Grado dei Monitori Segreti fu portato dagli Stati Uniti in Inghilterra dal Dr Issachar Zacharie che fu iniziato in America nel 1848, probabilmente in California. Il Dr Issachar Zacharie  godeva di una buona reputazione Massonica, ma non si sa quando o dove lui ricevette il grado di Monitor Segreto.

In Inghilterra entrò nella Loggia Bon Accordo Mark Loggia nel 1882 dove lui asseriva ai fratelli che aveva ricevuto il grado di Monitor Segreto durante i suoi viaggi. Fra questi il Grande Segretario dell’Arte, Col. Shadwell H Clerke.

In 5 maggio 1887 un numero di fratelli si riunirono  nella casa del Dr Zacharie e formarono un Conclave di Monitor Segreti,  e lo chiamarono “l’Alfredo Prati Conclave”,  questo noto conclave è sui libri del Grande Conclave come il Primo Conclave).

Zaracharie fu nominato come il primo Regolo Supremo. Alcuni settimane più tardi, il 17 giugno 1887 fu creato il primo Grande Consiglio dell’Ordine  con Zaracharie nominato come il primo Grande Regolo Supremo. Tenne la sua prima riunione il mese seguente (2 luglio) dopo che l’organo esecutivo avesse costituito “Il Grande Consiglio dell’Ordine del Monitor Segreto per il Regno Unito di Gran Bretagna ed Irlanda e le Colonie  Dipendente della Corona britannica.” Il titolo dell’Ordine cambiò almeno due o tre volte (nel 1968?, 1987 e 2004). 

Dal lontano 1887 alcuni fratelli destinati da Zacharie avevano il compito di revisionare il grado di Monitor Segreto. Questi fratelli non solo lo revisionarono ma lo migliorarono anche in qualità arricchendo il rituale di due ulteriori gradi, quello di Principe e Regolo Supremo.

(Un’altro cerimoniale, denominato il” Conclave del Pianto”che  si basava sulla tristezza di David per la morte di Jonathan, lo prepararono per usarlo alla morte del Dr Zacharie,che morì nel 1900 dopo aver formato 24 Conclavi.

Qualche anno dopo anche gli americani abbandonarono il sistema del solo grado e introdussero il sistema dei tre gradi britannici e chiesero al Grande Consiglio  una patente per adottarlo e lavorare con i tre gradi.

Questo fu accordato subito dopo, il Grande Consiglio dei Gradi Massonici ed Alleati, con la reciproca concessione. Così il Grande Consiglio dell’Ordine del Monitor Segreto Americano  conferiva i tre gradi,  mentre il Grande Consiglio dei Gradi Massonici ed Alleati Inglesi conferiva il grado americano cioè uno solo, ma nel 1931 quando Charles W Napier-Clavering si trovò nella posizione favorevole di dirigere tutti e due gli Ordini, trasferì  il diritto esclusivo dell’Ordine al Grande Consiglio de Monitor Segreto.

Mi fermo qui e spero che questa mia breve introduzione possa stimolare qualche fratello ad approfondire questo argomento

 SFONDO BIBLICO E RITUALE

 Comunque, è un’altra storia di curare la amicizia che ci concerne questa sera. Quello dell’amicizia durevole tra David che divenne il secondo Re dell’Israele e Jonathan il figlio più vecchio di Saul.

Le cerimonie dell’Ordine del Monitor Segreto, altrimenti noto come la Fratellanza di David Jonathan sono basate su queste storie.

 Ci sono tre gradi chiamati, rispettivamente Monitor Segreto, Principe e Regolo Supremo.

Il primo grado il candidato è “insediò” come un Monitor Segreto. La cerimonia è basata sull’amicizia tra David e Jonathan, figlio di Saul (il primo Re dell’Israele).

La cerimonia di secondo grado nel quale il candidato è “ammesso” come un Principe dell’Ordine, che è molto commovente, è basata sui i principi, quello di trasmettere e far capire che l’amicizia e la fratellanza fra i membri dell’Ordine deve essere curata in modo pratico, trasparente e sincera.            

Il di terzo grado dell’Ordine è unico nella Massoneria inglese è in quella che è la cerimonia di installazione del Fratello eletto e installato come Regolo Supremo o Supremo Governatore del suo Conclave. La prima parte della cerimonia il Regolo Supremo è installato e ricevere “la installazione” (che di solito e condotta dal Grande Regolo Supremo Provinciale) che porta la fila “Regolo Supremo all’interno dell’Ordine.” Nella seconda parte della cerimonia di installazione-che è molto lunga! Si usa commemorare tale cerimonia ungendo con olio il David da Samuele e la sua installazione come il secondo Re dell’Israele.